INIZIATIVE CULTURALI

Formazione

Accoglienza e Attenzione alla persona

L’ambito della formazione si affaccia sul panorama più ampio possibile che si offre al futuro dei nostri ragazzi. Futuro che ci sta a cuore e che solo una profonda impronta nel presente può sperare di realizzare compiutamente. Istruiamo i nostri ragazzi perché imparino a leggere e costruire il proprio tempo nel presente, attraverso il lavoro quotidiano. Li formiamo perché abitino il proprio tempo futuro, attraverso il cuore e la coscienza.

SETTEMBRE _ Giornate d’inizio anno
Prima che la scuola prenda il sopravvento ci regaliamo un giorno di tempo per riflettere sull’anno scolastico che sta per cominciare. Un’occasione interessante per congedarsi dalle vacanze e gettare lo sguardo su un nuovo cammino. Fare il punto sulle proprie forze, la propria disponibilità, le paure, i timori, i desideri. Per rinnovare l’entusiasmo. Per raccogliere le energie e riscoprire il senso del lavoro scolastico. Per salutare il nuovo anno scolastico e sintonizzarsi al meglio. Ma anche per ritrovare i propri compagni di vita, al di là della classe, oltre il banco e oltre la cattedra!
Dispensa Miazzina Settembre 2012

MARZO/APRILE _ Autogestione
Appuntamento centrale nel cammino educativo. Qualche giorno, tutte le classi riunite, per condividere un luogo e un tempo, all’insegna della ricerca attraverso la meditazione e il lavoro. Una trasposizione dell’antico ora et labora, formula di successo che non sembra passare di moda e che ci piace declinare nel nostro tempo. I ragazzi vivranno insieme le giornate dedicate occupandosi di tutti i “mestieri” legati al proprio quotidiano: la spesa, la cucina, il refettorio, gli spazi comuni, le pulizie, l’ordine, la puntualità, le serate organizzate. Altri spazi saranno occupati dalla riflessione su tematiche legate all’esperienza della vita, sentite dai ragazzi, urgenti nella loro dimensione. La condivisione non ha carattere prettamente confessionale, ma di apertura ad orizzonti plurali: una ricerca in se stessi e una riscoperta dell’altro, dagli esiti sempre nuovi e imprevedibili.

GIUGNO _ Vacanza studio maturandi
Ebbene sì, siamo temerari e ci crediamo fino all’ultimo. Con le classi che si accingono al grande evento organizziamo qualche giorno di convivenza poco prima del fatidico Esame di Stato. Con un duplice obiettivo: arrivare distesi all’Esame, quindi gestire con prudenza ed equilibrio l’emotività e quella spontanea dose di elettricità dentro e fuori di noi. Durante il giorno alcuni spazi dedicati per richiamare alcuni argomenti, proporre approfondimenti, ripassare la tesina, nella consapevolezza che nulla più ormai potrà sostituire l’impegno duraturo di tutto un anno scolastico. Ma anche un’ultima tappa di riflessione sul percorso liceale, una delle stagioni più significative e mitologiche nella vita di ogni essere umano.

Chiama
Mappa